Vuoi vendere una casa senza rischi?

Vendere una casa senza rischi

Un real estate angel può risolvere tutti i problemi, anche quelli che sembrano impossibili

Hai deciso di vendere casa e vorresti provare a farlo da solo?

Puoi provarci ed è possibile che vada tutto bene, ma la cosa potrebbe richiedere più tempo, energie e competenze di quanto tu creda. Lo sanno bene Gerardo e Luciana, i protagonisti della vicenda che ho raccontato nei due articoli precedenti.

Dopo un inizio complesso dovuto a difformità e ad abusi presenti nell’immobile, ci sono stati lavori da fare per venire incontro alle esigenze dell’acquirente.  Poi, per non rischiare una perizia incompleta da parte della banca del compratore, ci siamo trovati in attesa dei documenti da parte del Comune: l’obiettivo era chiudere le questioni burocratiche per passare al rogito.

A questo punto della storia, però, una serie di eventi ha cambiato le carte in tavola allungando i tempi in modo imprevedibile.

 

La vendita della casa di Gerardo e Luciana: capitolo 4

Quando, all’improvviso, chiude la filiale bancaria dell’acquirente è una doccia fredda per tutti.

Per fortuna una pratica non può sparire nel nulla. Comincio subito a muovermi per capire che fine abbia fatto e scopro che è passata a un’altra filiale, insieme all’impiegata che la seguiva.

Una volta capito come ricontattarla, scopriamo che è assente per motivi personali.

La situazione è kafkiana: insistiamo con la banca per affidare il fascicolo a un’altra persona, ma passano quasi tre mesi. A quel punto la pratica scade e va ripresentata da capo.

Nel frattempo, riceviamo la tanto attesa concessione edilizia da parte del Comune, e il perito della banca si mette al lavoro per chiudere la perizia.

Il suo verdetto, però, è un altro ostacolo: la sua valutazione della casa indica un prezzo lievemente più basso di quello concordato tra le parti. Si tratta di un’opinione soggettiva, ma non è possibile contestarla.

Anche se la differenza rispetto al prezzo iniziale è minima, per la situazione economica di entrambe le parti rappresenta un problema, dal momento che un eventuale mutuo sarebbe insufficiente per coprire i costi sostenuti dall’acquirente.

Il nervosismo di tutti è palpabile e giustificato.

L’idea di chiedere una nuova perizia, che molto probabilmente rivedrà in modo più equo la valutazione dell’immobile, risulta insostenibile perché allungherebbe ancora di più i tempi di questa vendita.

Intanto l’aspirante compratore non potendo né volendo pagare la somma in eccedenza rispetto al mutuo, esige uno sconto da Gerardo e Luciana, ma loro si irrigidiscono.

 

Il mio ruolo di mediazione nella compravendita (e il lieto fine!)

Nel tentativo di ristabilire la pace, organizzo diversi incontri facendo da mediatore ma la possibilità di trovare un accordo sembra davvero remota.

Intanto mi dedico a cercare il capo area della zona in cui si trova la banca, con l’intenzione di sollecitare un’accelerazione per la nuova richiesta di mutuo appena presentata.

Finalmente, dopo mesi di impegno e ostinazione, riesco a spuntarla in entrambi i casi: con grande sollievo di tutti, il rogito viene fissato con un prezzo finale che va incontro a entrambe le parti.

Il giorno della firma Gerardo e Luciana sono esausti ma felici, così come il compratore. Nessuno di loro credeva di poter arrivare ad un finale felice, invece ce l’abbiamo fatta.

Certo, è stato lungo e faticoso, ma la serenità con cui tutti mi salutano al momento di separarci dopo questa lunga avventura è la prova che vale sempre la pena impegnarsi e dare il massimo per superare ogni difficoltà.

In quasi 25 anni di attività sono davvero tanti i sorrisi che ho visto al momento del rogito, tanti i “grazie” ricevuti da persone che si sono sentite protette e accudite in un momento delicato come la compravendita della casa e, dal mio punto di vista, niente può ripagare più della soddisfazione per un lavoro in cui sono riuscita a dare il meglio di me.

 

Cosa ci insegna questa storia: per vendere una casa senza rischi bisogna rivolgersi alla persona giusta

Tutto ciò che ho raccontato fa parte di una storia realmente accaduta.

Una storia particolarmente tortuosa perché, anche se spesso si verificano problemi e contrattempi, è molto raro che capitino quasi tutti alle stesse persone.

Il punto, però, è un altro: spesso, chi decide di vendere un immobile di proprietà non immagina i problemi che rischia di dover affrontare.

Proprio per questo è importante rivolgersi alla persona giusta: qualcuno disposto a mettersi in gioco anche andando oltre le proprie responsabilità pur di risolvere i problemi del cliente che si è affidato a lui.

Se cerchi o vuoi vendere una casa senza rischi nella zona Tradate e Saronno e vuoi raggiungere il tuo risultato risparmiando tempo ed energie, contattami!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *